servizi

Colloqui individuali

Il percorso individuale è volto ad ottenere un cambiamento in positivo nel modo di fare esperienza di sé nel mondo e nei rapporti intersoggettivi. L’intervento si basa non solo sulla remissione o attenuazione dei sintomi del malessere ma sul mettere a tema esperienze di vita significative della persona, facendo emergere nuovi orizzonti di senso alla luce dei quali potersi riprogettare in modo più autentico. L’intervento si applica a: disagio esistenziale, insicurezza, difficoltà relazionali e sessuali, difficoltà scolastiche e lavorative, ansia, disturbi dell’umore, ossessioni, paure, eventi che modificano l’esistenza (patologie, incidenti, perdite…), disturbi psicosomatici.

sindromi psicosomatiche

Nell’ottica di un approccio alla complessità dell’essere umano, che vede necessario il ricongiungimento mentecorpo, con particolare riferimento ai principi della Psiconeuroendocrinoimmunologia, offro interventi psicologici in supporto a persone che soffrono di sintomatologie o patologie a carattere psicosomatico. La ricontestualizzazione nella storia di vita dell’insorgenza o dell’evolversi di un sintomo fisico o di una patologia, la cui eziologia non è chiara, può aiutare la persona a comprendere i segnali di malessere del proprio corpo, non come meri sintomi di un evento organico in corso, ma come un altro linguaggio delle nostre emozioni e dei nostri vissuti. In questo modo la persona può intervenire, modificando i propri modi di fare esperienza, e diventare parte attiva nel processo di cura. Un intervento psicologico in tal senso necessita di una collaborazione tra i diversi specialisti a cui la persona si può essere rivolta per risolvere le problematiche fisiche.

Lesioni midollari

Nell’ambito delle mielolesioni, il supporto psicologico è volto al recupero di progettualità di vita in ambito lavorativo, sociale, affettivo, sessuale, familiare e sportivo. L’accettazione della nuova condizione di vita passa attraverso il recupero di possibilità d’azione nel contesto della quotidianità. Affinché la persona non si percepisca solo a partire da un corpo difettuale e limitante, è infatti necessario mettere a tema quali sono le “barriere” emotive, culturali e sociali che la limitano e che riesca a cogliere nuovi modi di fare esperienza per potersi riappropriare della propria vita.

Spettro dell’autismo

Considero l’autismo una peculiare modalità di stare nel mondo, non necessariamente un disturbo e quindi una disabilità, nonostante ciò possedere caratteri che rientrano nello spettro dell’autismo può portare a difficoltà relazionali o lavorative in particolari periodi della propria vita. A partire da questa considerazione offro supporto psicologico e attività a carattere abilitativo/riabilitativo ad adolescenti e adulti che rientrano nello Spettro dell’Autismo ma che non hanno disabilità intellettive rilevanti e disturbo del linguaggio. Mi occupo anche di consulenza e supervisioni a familiare e caregivers. Per interventi di riabilitazione e supporto per i più piccoli posso consigliare strutture e colleghi che si occupano specificatamente di questa fascia d’età.